LA TAGLIATELLA

fotosito3  Buongiorno a tutti,eccoci al ns. terzo appuntamento dove propongo un piatto tipicamente emiliano, la tagliatella.

Secondo la leggenda esse furono inventate da un cuoco di Bentivoglio nel 1487 in occasione del matrimonio di Lucrezia Borgia con il Duca di Ferrara, evidentemente essendo così buone siamo riusciti a portarle fino ai giorni nostri.

E’ importante anche sapere che lo spessore e la larghezza hanno grande importanza e soprattutto la lavorazione necessariamente a mattarello,  il quale rende la pasta più porosa e  più ruvida indispensabile affinchè il ragù possa meglio aderire alla pasta e legare i sapori.

Dal punto di vista nutrizionale essendo una pasta contenente uova è ovviamente più calorica rispetto alla collega di semola, ma la differenza è di appena 15 calorie circa per etto, perciò può essere tranquillamente assunta. Inoltre pur essendo facilmente digeribile sazia più a lungo , proprio per quella quota proteica rappresentata dalle uova. Ben venga perciò l’inserimento nella nostra alimentazione non quotidiana, ma anche bisettimanale.

Un saluto e al prossimo appuntamento

DIETISTA/NUTRIZIONISTA   Daniela Ghelfi tel. 335.5376057

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *